MENU

Biblioteca

Gli orari di apertura della biblioteca al pubblico sono i seguenti:

  • lunedì 9,00–14,00
  • martedì 9,00–17,00
  • mercoledì 9,00–14,00
  • giovedì 9,00–17,00
  • venerdì 9,00–14,00

In questo momento particolare per accedere alla Biblioteca dell'Istituto è assolutamente necessario prenotarsi inviando una e-mail all'indirizzo ist_papiro@unifi.it

Il catalogo completo del patrimonio librario è consultabile on-line attraverso il sito dell’Ateneo fiorentino (Sistema Bibliotecario di Ateneo) ed è, quindi, inserito nel circuito bibliotecario nazionale (OPAC sbn.it).

L’ammissione ai locali della Biblioteca è subordinata al rispetto delle regole di convivenza imposte dalla frequenza di un luogo di lavoro. All’ingresso della sala di lettura viene richiesta una firma dell’utente su apposito registro giornaliero.

L’accesso degli utenti esterni (studenti, docenti, ricercatori, ecc.) alla biblioteca dell’Istituto Papirologico «G. Vitelli» (Centro di Ricerca dell’Università degli Studi di Firenze) è circoscritto alla sala di lettura principale, incluso il ballatoio delle riviste.

Non si effettua il prestito, ma è possibile usufruire di un servizio di fotocopiatura, riservato esclusivamente al materiale della biblioteca, nel rispetto della normativa vigente, previa richiesta scritta al personale addetto.

Il patrimonio librario dell’Istituto vanta oggi circa 50.000 volumi. Il suo nucleo originario di circa 6.000 volumi proveniente dalla biblioteca personale di Girolamo Vitelli è stato incrementato non solo grazie a numerose donazioni, ma soprattutto attraverso un costante lavoro di aggiornamento di volumi, riviste, collezioni di edizioni di papiri e monografie di ambito papirologico, filologico, egittologico, archeologico, paleografico, filosofico e storico. 

Fra le opere più preziose si possono annoverare: l’edizione del 1826 della Description de l’Égypte ou Recueil des Observations et des Recherches qui ont été faites en Égypte pendant l’Expédition de l’Armée française, opera imponente voluta da Napoleone e arricchita da splendide incisioni; l’edizione originale della Collectio prior dei papiri di Ercolano; la Palaeographia graeca, sive de ortu et progressu literarum graecarum (Parigi 1708) del monaco benedettino Bernard de Montfaucon, padre della scienza paleografica; due bifogli contenenti la mappa storica dell’Egitto realizzata dal cartografo Ortelius alla fine del Cinquecento.

Membro delle più prestigiose associazioni internazionali, quali l’Association Internationale de Papyrologues e laInternational Association for Coptic Studies, l’Istituto Papirologico «G. Vitelli» condivide la sua attività con organizzazioni scientifiche, quali la Egypt Exploration Society e l’American Society of Papyrology.

Il patrimonio librario è consultabile nella sala di lettura dell'Istituto. È inoltre possibile accedere ad alcune tra le più importanti banche dati del settore, quali:

Année Philologique, Die Fragmente der Griechischen Historiker, Lexicon of Greek Grammarians of Antiquity (LGGA), Oxford Scholarly Editions Online, Supplementum Epigraphicum Graecum, The Brill Dictionary of Ancient Greek e Trismegistos sono consultabili anche tramite proxy di Ateneo.

 

Ultimo aggiornamento

20.07.2021

Cookie

I cookie di questo sito servono al suo corretto funzionamento e non raccolgono alcuna tua informazione personale. Se navighi su di esso accetti la loro presenza.  Maggiori informazioni